Dove conservare il formaggio?

Il formaggio deve stare nel frigorifero, la cui temperatura non dovrebbe superare i 5°C. Le diverse zone di temperatura all’interno del frigorifero garantiscono condizioni ottimali a ogni tipo di prodotto. La temperatura ideale per il formaggio si situa tra 5 e 10°C. Consigliamo pertanto di sistemarlo al centro del frigorifero. 

Il formaggio a pasta extradura quale lo Sbrinz DOP può essere conservato anche fuori dal frigorifero, in un luogo buio e fresco, ma non oltre i 15°C.

Consigliamo di togliere il formaggio dal frigorifero almeno 30 minuti prima di servirlo. In questo modo i suoi aromi naturali si dispiegheranno al meglio – un po’ come il vino.

Come incartare il formaggio?

Il formaggio acquistato al bancone o dal formaggiaio è avvolto in una carta speciale, formata da una sottile pellicola all’interno, che impedisce al formaggio di essiccare ma allo stesso tempo gli permette di «respirare», e da un solido strato protettivo all’esterno. La migliore soluzione è lasciare il formaggio in questa carta anche nel frigorifero di casa.

Un’altra possibilità è avvolgerlo in una pellicola alimentare trasparente. In tal caso è meglio fare qualche buco, così che il formaggio riceva un po’ di ossigeno.

Una volta aperto, il formaggio confezionato sottovuoto dovrebbe essere conservato in una carta da formaggio o in una pellicola alimentare trasparente. Il formaggio a pasta molle può restare nella scatolina di legno con la quale è stato venduto.

Il formaggio ammuffito va gettato?

Di solito si distingue tra formaggi nei quali lo sviluppo di muffe è voluto (formaggi marezzati o erborinati) e formaggi nei quali la muffa è invece segno di una conservazione errata. Le muffe che si sviluppano sui formaggi erborinati o marezzati (blu o bianche) sono volute e tipiche di queste specialità. Può darsi che sulla crosta dei formaggi a pasta dura si sviluppi, in alcuni punti, un po’ di muffa. In tal caso si consiglia di asportare generosamente, e di gettare, la parte colpita. Le muffe indesiderate che si sviluppano sui formaggi freschi e sui formaggi a pasta molle penetrano all’interno molto rapidamente. In tal caso, questi formaggi vanno gettati.    

Per togliere l’odore di formaggio dal frigorifero

Se ogni pezzo di formaggio è confezionato singolarmente in una pellicola alimentare trasparente o nella sua carta speciale, nel frigorifero non dovrebbero diffondersi odori indesiderati. Per i formaggi molto profumati è consigliabile acquistare una scatola di conservazione munita di filtro, che permetterà al formaggio di «respirare» ma eviterà odori sgradevoli. In commercio si trovano anche campane da formaggio adatte al frigorifero.